Operazioni preliminari

Prima di fare un dolce, bisogna sempre fare delle operazioni preliminari.

Chi fornisce le ricette in genere ha la sindrome del romanziere, e quindi per amor del colpo di scena è così bastardo da fare allusione a strumenti, ingredienti o operazioni che voi non avete o non avete fatto solo alla fine della ricetta. Il risultato è che vi trovate con le mani impastate, il forno ancora spento, il lievito che agisce, le chiare d’uovo che si smontano ed un casino micidiale in cucina.

Qui fornisco una procedura generale da seguire per non ritrovarsi, ingegneristicamente parlando, nella merda.

  1. Leggete tutta la ricetta due volte, e assicuratevi di capirla. Non vi sto prendendo per scemi, serve farlo davvero.  Eviterete di scoprire che non sapete cosa significhi “mantecare” a metà lavoro, e che vi serve una spezia di cui non sapevate l’esistenza.
  2. Andate a fare la spesa con la ricetta in mano, se necessario, e se è la prima volta comprate il doppio degli ingredienti che ci vogliono.
  3. Imburrate e infarinate la teglia, e accendete il forno subito, e toglietevi il pensiero.
  4. Tirate fuori latte, burro e uova almeno un paio d’ore prima di iniziare. Gli ingredienti, per quanto possibile, vanno lavorati a temperatura ambiente. Il burro spesso va sciolto a bagnomaria, fatelo subito.
  5. Sgombrate e pulite il tavolo, e mettetelo in modo da avere le prese per i robot vicine.
  6. Prendete subito tutti gli attrezzi che vi servono, controllate che quelli elettrici abbiano cavi e spine integri, e mettete tutto sul tavolo; non avrete il tempo di lavare, quindi 1 operazione=1 posata, e 1 ingrediente=1 contenitore.
  7. Riservate uno spazio del tavolo alle cose che sporcate. Se siete destrimani, ha senso avere zona di lavoro davanti, ingredienti e cose pulite alla vostra destra e deposito attrezzi sporchi a sinistra. Anche le prese di robot e fruste elettriche in questo caso le avrete a destra. Per quanto possibile, quando lavorate dovete stare nello stesso punto della stanza.
  8. Tenete vicino un panno umido per pulire, senza sapone; serve per gli incidenti che impediscono di procedere.
  9. Chiudete cassetti e  sportelli, sempre, ed eliminate cavi ed intralci da terra. Nulla scoraggia di più un giovane cuoco quanto una serie di capocciate e ginocchiate. Chiudete fuori cani e bambini, se ne avete. O chiudeteli nella dispensa.
  10. Mettete scarpe comode con la suola di gomma, un grembiule e una maglietta le cui maniche non vi scivolino in continuazione. Legatevi i capelli, anche se li avete corti. Non rispondo di capelli nelle torte.
Per il dopo
quando avrete infornato, mettete a posto gli ingredienti e lavate tutto. E poi godetevi lo spettacolo! 🙂
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...