La lettera di E.

Cara Gio,

di sicuro avrai trovato le mie telefonate in questi giorni. Sono disperata. Il contratto a progetto che avevo come fidanzata di G. è scaduto, e mi trovo davvero in un grosso guaio; credevo che finalmente sarei passata a tempo indeterminato. Oramai alla mia età rimettermi in gioco è sempre più difficile. La chiamano flessibilità… Io sono solo una povera precaria, nessuno mi vuole garantire le sicurezze di cui avrei bisogno. Ho anche accettato di lasciare il mio Paese, per tentare la fortuna in America, ma al mio ritorno qui vedo che nulla è cambiato. Dopo essere stata per tanti anni fidanzata di B. non credevo che mi sarei trovata così, a trent’anni, senza prospettive.

Ti prego, dammi un consiglio.

P.S. anche M, la stagista che mi era subentrata come ragazza di B, è stata mandata via. Ma cosa possiamo fare? Non c’è qualcuno a cui possiamo rivolgerci?

Con affetto,

E.

Annunci

One thought on “La lettera di E.

  1. Cara E.
    Forse avresti dovuto immaginare questo triste epilogo. G. non ha mai avuto grosse propensioni per i rapporti di lavoro a tempo indeterminato. Avresti dovuto invece spingere per farti donare una parte seppur minima delle quote sociali della società di G. in cui hai lavorato.
    Lascia perdere B. ormai non se lo fila più nessuno, neppure le stagiste.

    con stima.

    G.K.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...