lettera al giornale femminile

Gentil Direttore del giornale “Favella Novella”,

sono rimasta assai sconcertata dalle recenti produzioni artistiche dei nostri contemporanei. In qualità di lettrice, mi sento in dovere di denunziare l’oltraggioso modello femminile proposto dai cosiddetti artisti di oggi, rappresentati dal sedicente Sandro Botticelli. Una donna grassa, molle, con capelli irrealisticamente folti e lunghi e la pelle non segnata dalle normali pustole e bubboni che affliggono ogni donna che lavori è quanto di più crudele e lontano dalla realtà si possa proporre alle lettrici. Come potrebbe una ragazza che deve passare le sue giornate a zappare, pulire, scodellare figli e combattere con le malattie avere quell’aspetto? Vorrei vedere rappresentata una donna vera, con le ossa in evidenza per la denutrizione, i capelli radi, le occhiaie e i pidocchi. Senza contare l’assurda ambientazione; come se non sapessimo che le nostre città sono malsane e pregne di ogni tipo di umore pestilenziale.

Sono profondamente delusa dalla sconsiderata visibilità che state dando a questo giovinastro impertinente. La mia unica consolazione è che come tutte le mode verrà dimenticato presto.

Serva vostra,

Beatrice Bortolozzi

Fiorenza, A.D. 30 Dicembre 1482

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...